Zingaretti all’incontro “Quale futuro per il Castello di Santa Severa?”

"L'onorevole ha inoltre confermato la sua disponibilità a sostenere la causa anche a livello Parlamentare", afferma il Pd

Nicola Zingaretti

Riceviamo e pubblichiamo. Ieri mattina al Castello di Santa Severa nella “sala del camino” si è tenuto con grande successo l’incontro “Quale futuro per il Castello di S. Severa?” promosso dal nostro circolo e al quale sono intervenuti in modo compatto tutte le forze di opposizione in Consiglio Regionale, gli Amministratori locali e Città Metropolitana. L’importanza dell’incontro con cittadine e cittadini è stato fondamentale proprio per la presenza di tutta l’opposizione in Consiglio Regionale che compatta ha ribadito con forza quanto sia importante che il castello di S. Severa resti pubblico e ritorni ad essere il fulcro della valorizzazione culturale del territorio con tutte le attività e proposte che lo hanno caratterizzato. A sottolineare ancora con più chiarezza quello che deve essere il futuro del castello, è stato l’On. Zingaretti che con un intervento molto apprezzato dal pubblico ha ricordato il lavoro della sua Giunta che dal 2017 ha restituito alla collettività il borgo del castello fruibile tutto l’anno. Enorme è stato anche il lavoro di valorizzazione fatto, affinché la comunità potesse beneficiare di eventi e attività culturali anche gratuite, mostre, spettacoli dal vivo e concerti. L’Onorevole ha inoltre confermato la sua disponibilità a sostenere la causa anche a livello Parlamentare. Altro tema toccato è stato quello delle botteghe artigiane: le artigiane del borgo avendo dovuto consegnare le chiavi dei locali per scadenza della convenzione non hanno al momento un posto dove poter continuare la propria attività anch’essa caratterizzante del borgo. Sarebbe opportuno, individuare nel
castello stesso uno spazio temporaneo all’aperto per poter permettere alle artigiane di poter continuare il loro lavoro in attesa del nuovo bando. Era doveroso da parte del Partito Democratico locale, dopo un anno di immobilismo e assenza di proposte e dialogo tra Regione Lazio e territorio, attivarsi per un incontro proprio all’interno di una sala simbolo del castello, così come richiesto dalla cittadinanza. La presenza di tutti i partiti di opposizione in Consiglio Regionale evidenzia quanto sia importante essere uniti per uno scopo comune.

Necessario e urgente è il dialogo con Regione Lazio che invitiamo davvero quanto prima a volersi interfacciare con l’Amministrazione per non lasciare nell’incertezza il territorio in vista della prossima stagione. Ha moderato l’incontro la Consigliera Paola Fratarcangeli con delega al Castello di Santa Severa, patrimonio archeologico e marketing turistico territoriale. Hanno partecipato oltre 100 persone che in parte sono rimaste in piedi anche lungo le scale, di questo ci scusiamo, ma ringraziamo tutte e tutti per la partecipazione sentita, per il sostegno e per il senso di appartenenza dimostrati per il Castello simbolo identitario della comunità locale e del Lazio. Corposa è stata la presenza degli amministratori dei comuni limitrofi, segretari e dirigenti dei circoli PD del
litorale Roma Nord. Ci inorgoglisce che tutta l’opposizione in Consiglio Regionale abbia risposto positivamente all’assemblea “quale futuro per il Castello di S.Severa?” e ci auguriamo che da questo possa nascere un dialogo aperto e collaborativo anche a livello locale con le forze progressiste per costruire un percorso futuro quanto mai
fondamentale per Santa Marinella. PARTITO DEMOCRATICO S. MARINELLA – S. SEVERA.