Verso le comunali, Tidei fa il pienone alla sala Odescalchi

Sala gremita per il resoconto dei cinque anni di amministrazione

Grande successo per l’incontro con i cittadini che si è svolto ieri pomeriggio in una gremita sala Flaminia Odescalchi, che ha visto il  sindaco Pietro Tidei ripercorrere  i cinque anni della sua  amministrazione comunale . Prima, e ancor più delle parole hanno parlato le immagini proiettate su un maxi schermo. Foto che hanno mostrato tante opere  prima  e dopo la “cura”.  Foto che hanno testimoniato, incontrovertibilmente, la trasformazione di Santa Marinella e Santa Severa.  Foto di fossi mai puliti o oggetto di manutenzione  in oltre trent’anni, e ora bonificati e messi in sicurezza, come sta avvenendo proprio in questi  giorni per il torrente Valle  Semplice . Foto di impianti sportivi completamente chiusi e inagibili , come il campo di calcio comunale  usato dall’ ex giunta  come pista  di motocross,  trasformato oggi  in  bellissimo  stadio, illuminato,  con un campo in erba  vanto della città e dell’ intero territorio.  Foto di un palazzetto dello sport che per altro sarà oggetto ancora di interventi anche di efficientamento energetico , che ora ospita manifestazioni  anche di livello nazionale, con migliaia di spettatori. Questo per non parlare dell’ immenso lavoro fatto nell’ambito dell’ edilizia scolastica con l’ istituto Carducci che  nel 2018  rischiava di essere  chiuso,  anche in questo caso  perché inagibile, oggi un scuola modello ed efficiente.  Davvero lungo l’elenco dei progetti in itinere o già eseguiti primo fra tutti quello della nuova piscina comunale. Presente all’ assemblea anche la ditta appaltatrice che sta per iniziare gli scavi per realizzare la nuova vasca da 25 metri. Tra le anticipazioni   che hanno riscosso maggiori consensi  e applausi da parte dei numerosi cittadini presenti in aula. anche l ‘affidamento per la riqualificazione  dell’ ex piscina comunale del Triangolone che diventerà un centro di formazione nazionale  di danza e ballo, all’acquisizione al patrimonio comunale dell’ ex Cantinone  che diverrà sede della protezione civile e del Centro operativo comunale.   Un ultimo accenno , anche se sarebbero ancora molte le opere da menzionare,  è per  l’ imminente nascita di una Casa della Salute con poliambulatori anche specialisti della Asl, nella palazzina di via della Libertà , dove ora sono in corso lavori di restauro, rimasta chiusa per oltre 20 anni, e la prossima apertura di un piccolo  ospedale nell’ ex sede comunale di via Aurelia.  In oltre un ‘ora di intervento    il sindaco uscente Tidei ha voluto  anche ripercorrere  le tappe che hanno portato  il comune, in soli due anni,  all’ uscita dal default  e dunque al totale risanamento dei conti in rosso, eredità  della  passata gestione   amministrativa.  “Basti ricordare – ha voluto sottolineare Tidei- che l’ex giunta,  aveva  chiesto al tesoriere un anticipo, per meglio dire un prestito  di cinque milioni di euro.   Soldi che non ha mai restituito alla tesoreria comunale e che noi abbiamo dovuto pagare.  Nonostante questo grazie anche al lavoro svolto da tutti dagli uffici ,e dalla maggioranza, consiglieri e assessori tutti,  abbiamo ottenuto   fondi  e finanziamenti per  venti milioni di euro che ci hanno permesso di progettare e ultimare opere pubbliche  e di essere oggi un comune virtuoso, che ha potuto anche comprare la  nuova  sede municipale di via Cicerone che invito i cittadini a visitare. Questo permettetemi di  dirlo e senza alcuna falsa presunzione, anche grazie alla  competenza e alla rete di conoscenze acquisite nel complesso settore della pubblica amministrazione  nell’arco di quasi 50 anni di mio impegno politico all’interno degli enti locali,  Comuni,  Regione. Provincia oltre ai dieci anni  in cui ho ricoperto il ruolo di Onorevole alla Camera dei Deputati. Torno a mettere a disposizione  dei cittadini la mia  esperienza  e la passione  che unisce e caratterizza  l’intera  maggioranza uscente  perchè nei prossimi anni si possano non solo portare a termine tutti i progetti  in essere, ma anche  assicurare un grande sviluppo economico e occupazionale, oltre che turistico a Santa Marinella e Santa Severa.   E’ stata per me  una grande emozione poter ripercorrere  questi   cinque anni di duro lavoro  e non posso che ringraziare chi ha creduto in noi, chi ci ha dato fiducia, chi vorrà sostenerci ancora  e ci permetterà di scrivere,  davvero, una pagina  straordinaria nella  storia di questa comunità”.