Verso il turbogas, il Pd replica alla Lega: “Lottiamo per la difesa dell’ambiente. Nessun passo indietro”

"Siamo comunque lieti che la Lega, nonostante la linea salviniana degli inceneritori, sia decisa a sostenere la tesi delle energie rinnovabili e di un inequivocabile no ai combustibili fossili"

“Rispetto alle dichiarazioni della Lega di Civitavecchia riguardo ai pareri tecnici sul progetto di sostituzione della Centrale Enel da carbone a turbogas, rilasciati dagli uffici competenti della Regione, va chiarito quanto segue: Quanto deliberano gli uffici tecnici non è attinente alle scelte politiche e strategiche di un ente. Il deliberato valuta soltanto se quanto presentato sia a norma di legge. Per ciò che concerne invece la linea politica energetica ed ambientale, il Partito Democratico sta da tempo combattendo una battaglia di difesa del patrimonio ambientale e sanitario del nostro territorio e non ci sarà nessun parere di valutazione tecnico/legale che ci spingerà ad un passo indietro. Viceversa intendiamo proseguire sulla strada intrapresa, valutando nel contempo una valida alternativa per uno sviluppo energetico ecosostenibile, come sembra essere l’idrogeno green, per il quale abbiamo iniziato a dibattere. Siamo comunque lieti che la Lega, nonostante la linea salviniana degli inceneritori, sia decisa a sostenere la tesi delle energie rinnovabili e di un inequivocabile no ai combustibili fossili. Auspichiamo dunque che, coerentemente a quanto dichiarato, già in sede di conferenza dei servizi successiva alla VIA, il Sindaco Tedesco preannunci l’applicazione delle prescrizioni previste dal Regio Decreto 1265/34 ( art. 216 e 217 ) da utilizzare durante la prossima AIA, con cui potrà definitivamente fermare il progetto presentato da Enel. Su questa linea siamo pronti a fare fronte comune”. Lo dichiara Stefano Giannini, segretario del Pd.