Verso il ballottaggio, primi scricchiolii nel centrodestra. Mari verso la presidenza del consiglio comunale

Durante il comizio, prima che arrivasse il leader della Lega, sono intervenuti solo esponenti nazionali del Carroccio, quando i patti sarebbero stati diversi, ovvero che avrebbero dovuto parlare solo Tedesco e Salvini

Mancano davvero pochi giorni alle elezioni per il ballottaggio di Civitavecchia. Da una parte il candidato del centrodestra, Ernesto Tedesco, dall’altra quello del centrosinistra, Carlo Tarantino. Intanto dopo la seconda visita di Matteo Salvini a Piazza Fratti, un altro successo di presenze, si fanno i conti con le prospettive. Anche se qualche frizione interna alla coalizione c’è, ad esempio perchè durante il comizio, prima che arrivasse il leader della Lega, sono intervenuti solo esponenti nazionali del Carroccio, quando i patti sarebbero stati diversi, ovvero che avrebbero dovuto parlare solo Tedesco e Salvini. Ha fatto scalpore anche la presenza sul palco del candidato sindaco di Tarquinia, in quota Lega, Alessandro Giulivi, che nella Tuscia sfiderà Forza Italia e Fratelli d’Italia nella candidatura si Gianni Moscherini domenica prossima. Infine pare che Salvini sia rimasto sorpreso dal numero di bandiere di Forza Italia presenti in Piazza. Insomma, primi scricchiolii anche se tutto sarebbe rientrato nei ranghi. Intanto si fanno i primi nomi per incarichi in caso di vittoria in casa centrodestra. Come è noto Massimiliano Grasso sarà vice sindaco mentre la forzista Emanuela Mari, “Miss preferenze” con 919 voti, sarà presidente del consiglio comunale.