Verso il ballottaggio, Petrelli e Tarantino lavorano per una sinergia. I 5 stelle riflettono

Da una parte c'è il candidato del centrodestra Ernesto Tedesco, dall'altra quello del centrosinistra Carlo Tarantino. Nel mezzo ci sono le manovre per cercare di arrivare più competitivi possibili all'appuntamento con il voto

Domenica 9 giugno si vota per il ballottaggio di Civitavecchia. Da una parte c’è il candidato del centrodestra Ernesto Tedesco, dall’altra quello del centrosinistra Carlo Tarantino. Nel mezzo ci sono le manovre per cercare di arrivare più competitivi possibili all’appuntamento con il voto. Se la prima preoccupazione in casa centrodestra è quella di riportare a votare tutti quelli che sono andati al seggio al primo turno, dall’altra parte i progressisti devono scalare una bella montagna per provare a recuperare ben 8 mila voti. Per questo sono iniziati i dialoghi con il civico Vittorio Petrelli per un possibile apparentamento. Se l’ambientalista si dovesse accordare, in caso di vittoria di Tarantino, avrebbe tre consiglieri in maggioranza, una prospettiva che lo ingolosisce. E i 5 stelle? Di certo non daranno indicazioni e non faranno apparentamenti, ma la sensazione è che una buona parte possa prediligere il voto al centrosinistra. Tarantino che ha già incassato il sostegno dell’associazione “Città Futura” ma non di Potere al Popolo, il quale dopo aver saltato la competizione elettorale, non darà alcuna indicazione.