Vandalismo e baby bulli, il Pincio al lavoro sulla videosorveglianza nelle zone della movida

Nei giorni scorsi il delegato alla Polizia locale Alessandro D’Amico ha incontrato i commercianti della zona di piazza Fratti

Abbassare progressivamente verso lo zero la soglia di tolleranza dei fenomeni di “mala movida”. È l’obiettivo che l’Amministrazione si è posta nel medio termine, davanti al ricorrere di episodi gravi e comunque di fenomeni spiacevoli connessi alla frequentazione da parte di giovani di particolari aree del centro urbano. Nei giorni scorsi il delegato alla Polizia locale Alessandro D’Amico ha incontrato i commercianti della zona di piazza Fratti, con i quali ha condiviso la necessità non solo di una stretta sui controlli, ma anche di un’azione di prevenzione mirata, nell’interesse degli stessi operatori di tutta l’area, punto di ritrovo abituale per tanti ragazzi. Erano presenti anche alcuni residenti. Spiega il consigliere D’Amico: “Abbiamo trovato una unità d’intenti che fa ben sperare, fermo restando che siamo certi che le forze dell’ordine come sempre faranno la loro parte. Nel frattempo ho potuto spiegare le azioni che stiamo mettendo in campo per dotare tutte le aree sensibili della città di un adeguato sistema di videosorveglianza”. Commenta il Sindaco Ernesto Tedesco: “Abbiamo trovato una situazione purtroppo difficile, dove le videocamere attive non erano in grado di individuare i responsabili di azioni sanzionabili se queste avvenivano di notte. Abbiamo pian piano implementato il sistema di fototrappole per ridurre il fenomeno dello scarico abusivo di rifiuti, con eccellenti risultati, ma ora l’Amministrazione sta seguendo il dossier videosorveglianza con particolare attenzione. Già dalla prossima estate tutta l’area del Pirgo sarà dotata di un impianto di ultima generazione, anche grazie ai finanziamenti della Prefettura che abbiamo saputo intercettare. Il tutto nell’interesse e per una maggiore sicurezza delle imprese ma anche dei residenti, delle famiglie e degli stessi ragazzi”.