Unità di crisi Regione: “Via ai test covid rapidi nelle Farmacie”. Ma i locali non sono strutturati

Alcuni esercizi lamentano mancanza di comunicazione adeguata e di strumenti per iniziare il servizio

110

“Sono state inviate via pec le credenziali a tutte le Farmacie per l’esecuzione dei test antigenici rapidi e i test sierologici. Entro oggi (ieri, ndc) tutte riceveranno il link per la registrazione dei flussi e un breve manuale operativo. La registrazione dei flussi è un elemento indispensabile per le notifiche e il monitoraggio alle ASL. Entro domani le farmacie saranno tutte operative”. Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. Ma nei contesti locali alcuni esercizi lamentano mancanza di comunicazione adeguata e di strumenti per iniziare il servizio. “Federfarma Roma sta raccogliendo le disponibilità o meno da parte delle farmacie , ma a causa delle problematiche evidenziate anche nel tuo articolo molti di noi non hanno possibilità di approntare percorsi separati come occorreranno tra chi entra in farmacia per un acquisto normale e chi vuole accedere al servizio tamponi o sierologici. Abbiamo pensato anche a prevedere il servizio COVID in orari al di fuori degli orari di aperura dichiarati, ma qs si scontra con la necessità di approntare ogni volta un immediato servizio di sanificazione (con ulteriori tempi da considerare) che andrebbe comunque ad impattare sulle aperture normali”, lo dichiara Andrea Baldini della Farmacia di Civitavecchia, nel quartiere di San Liborio.