Vuole la “paghetta” per comprare droga. Aggredisce la madre dopo il rifiuto del genitore

Dagli accertamenti successivi è emerso che analoghe condotte estorsive andavano avanti da almeno alcuni mesi. Il 28enne dopo l’arresto è stato portato nel carcere di Rebibbia

33

 I Carabinieri della Stazione di Trevignano Romano hanno arrestato un 28enne italiano per maltrattamenti in famiglia e danneggiamento. Non appena rientrato a casa in stato di alterazione psico-fisica, il giovane si è presentato dalla madre per chiederle l’ennesima somma di denaro: in questo caso, 250 euro al fine di acquistare dosi di droga e per farsi un nuovo tatuaggio.  Purtroppo, il ragazzo ha mal digerito il rifiuto del genitore, e dopo svariate minacce, ha iniziato ad infrangere le finestre dell’abitazione ed ha aggredito fisicamente la donna. E’ stata proprio la vittima a chiamare i Carabinieri, dopo essere riuscita ad allontanarsi dall’abitazione, per sfuggire ad ulteriori violenze. I militari, giunti immediatamente sul posto, hanno bloccato il figlio violento e lo hanno tratto in arresto. Dagli accertamenti successivi è emerso che analoghe condotte estorsive andavano avanti da almeno alcuni mesi. Il 28enne dopo l’arresto è stato portato nel carcere di Rebibbia.