Tvn, lavoratori a rischio licenziamento in sit in sotto ad Enel

Tante persone presenti all'iniziativa, anche tutte le sigle sindacali e alcune presenze istituzionali, come quella del sindaco Antonio Cozzolino, il quale nei giorni scorsi aveva criticato duramente Enel per non aver mai preso in considerazione un "piano B"

Una protesta annunciata che è iniziata da questa mattina. I lavoratori di Tvn, a rischio licenziamento dopo il piano di esuberi pensato da Enel su 97 unità, si sono ritrovati questa mattina sotto la sede dell’azienda energetica. Tante persone presenti all’iniziativa, anche tutte le sigle sindacali e alcune presenze istituzionali, come quella del sindaco Antonio Cozzolino, il quale nei giorni scorsi aveva criticato duramente Enel per non aver mai preso in considerazione un “piano B”. Dalle 10,30 il presidio si è spostato anche sotto a Palazzo del Pincio dove i sindacati hanno continuato la mobilitazione.