Roberta Galletta
Riceviamo e pubblichiamo. In questi giorni seguenti al primo turno di votazioni per le elezioni del nuovo sindaco e relativo consiglio comunale della nostra Civitavecchia sono stata contattata da tantissimi cittadini, molti dei  1810 che hanno creduto nelle nostre  visioni e soprattutto nel nostro impegno civico nel panorama politico civitavecchiese, per sapere chi votare al prossimo turno di ballottaggio di domenica 23 e lunedì 24 giugno 2024 tra i candidati alla carica di sindaco Marco Piendibene e Massimiliano Grasso.
Potete immaginare anche le discussioni e lo smarrimento di molti poiché, per un complicato metodo matematico che assegna i seggi nel nostro sistema elettorale che utilizza il sistema  proporzionale, il metodo D’Hont, se verrà eletto Massimiliano Grasso  sarò in Consiglio Comunale tra i banchi dell’opposizione, mentre se verrà eletto Marco Piendibene sarò fuori. E questo fatto ha creato evidentemente difficoltà proprio negli elettori che lo scorso fine settimana hanno espresso fiducia nella mia persona e nella lista che mi ha sostenuto, la Lista Galletta Sindaco.
In merito a questa situazione, visto che tutti noi crediamo da sempre  nel valore del voto e dell’importanza della partecipazione democratica dei cittadini alla vita politica proprio attraverso l’esercizio del voto, importante diritto ma anche fondamentale dovere soprattutto in questo momento storico così difficile e circondato da pericolose derive antidemocratica, voteremo tutti e invitiamo tutti i nostri elettori a votare per il turno di ballottaggio.
Considerando però che  la nostra lista non nasce e non muore nel tempo di una elezione per sostenere un candidato sindaco, continueremo a lavorare perché vogliamo incidere sulla storia e sulla vita  politica di Civitavecchia, perché abbiamo raggiunto un grande risultato  grazie ai tanti cittadini che hanno scelto di votare la nostra lista proprio perché slegata e libera da impegni  e soprattutto legami con altre forze politiche. Siamo dunque ormai un nuovo soggetto politico nel panorama cittadino che fonda la sua natura su un preziosissimo patrimonio di persone che per me, ma soprattutto per la nostra Comunità,  sono un valore e un capitale umano da proteggere e da difendere.
Tutti conoscono il mio percorso fatto in anni di militanza nell’area di centro sinistra ed è quindi evidente dove andrà il mio voto,  ferma, convinta e consapevole che nel caso in cui non entrassi  in Consiglio Comunale non intendo chiedere nulla in cambio, senza apparentamenti o incarichi di altra natura.
Perché il valore di una persona si manifesta non in base a quanto è in grado di chiedere e ottenere ma in quello che è capace di dare. Ed io, insieme alla Lista che mi ha sostenuto e mi sostiene, abbiamo tantissimo da dare alla nostra Civitavecchia. Roberta Galletta.