“Turbamento e preoccupazione per quanto accaduto nel Cpr di Ponte Galeria”

Lo dichiara Gianrico Ruzza, vescovo della diocesi di Porto-Santa Rufina, in merito ai fatti accaduti nel Centro di permanenza

“Esprimo turbamento e preoccupazione per quanto accaduto nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria a Roma. La morte drammatica di un giovane, la rivolta delle persone ristrette, il ferimento del personale pongono domande improrogabili sulle condizioni di vita e di lavoro all’interno della struttura. Auspico che le autorità responsabili diano risposte risolute e urgenti per tutelare la dignità delle persone che la tradizione civile del nostro Paese deve garantire”, dichiara Gianrico Ruzza, vescovo della diocesi di Porto-Santa Rufina, in merito ai fatti accaduti nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria a Roma il 4 febbraio 2024.