Trovato un topo morto nel bagno della scuola, gli studenti: “Stop ai tagli”

La Rete degli Studenti Medi di Civitavecchia aveva già denunciato i disagi legati agli istituti pochi mesi fa: "Gli investimenti delle singole scuole non bastano: occorre che Città Metropolitana apra gli occhi e si assuma la responsabilità della nostra situazione"

L’ultimo episodio è quello che coinvolge l’istituto Guglielmo Marconi, nel quale gli studenti, nella giornata di ieri 12 Aprile hanno trovato un topo morto nel bagno.
 “Vogliamo investimenti nelle scuole, non tagli. La condizione strutturale delle scuole del Litorale Nord mette a rischio il diritto allo studio degli studenti e delle studentesse del Guglielmotti, Galilei e Marconi. Se il diritto allo studio è davvero una priorità, allora l’edilizia delle nostre scuole non può passare il secondo piano”.
La Rete degli Studenti Medi di Civitavecchia aveva già denunciato i disagi legati agli istituti pochi mesi fa: “Gli investimenti delle singole scuole non bastano: occorre che Città Metropolitana apra gli occhi e si assuma la responsabilità della nostra situazione.”