Trovati con 20 grammi di cocaina, due uomini in manette

In sede di udienza di convalida, a P.F. è stata data la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico mentre per G. M., già sottoposto agli arresti domiciliari, infatti al momento dell’arresto stava usufruendo di un permesso, il giudice ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere

Gli investigatori del Commissariato di Civitavecchia hanno arrestato 2 cittadini italiani, entrambi con precedenti di Polizia, trovati in possesso di circa 20 grammi di cocaina. In particolare, nella mattinata di lunedì, gli agenti hanno visto M.G., 47enne conosciuto dagli investigatori e sottoposto agli arresti domiciliari nel comune di Allumiere, transitare a bordo della propria autovettura, condotta dalla fidanzata. Insospettiti dalla presenza dell’uomo in città, i poliziotti lo hanno seguito fino a quando lo hanno visto incontrarsi con un altro noto soggetto, P.F. ed effettuare con lui uno scambio di stupefacente. Immediatamente gli investigatori hanno bloccato i due uomini e sequestrato la cocaina. In sede di udienza di convalida, a P.F. è stata data la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico mentre per G. M., già sottoposto agli arresti domiciliari, infatti al momento dell’arresto stava usufruendo di un permesso, il giudice ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere.

Presunzione di innocenza. Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino alla sentenza definitiva. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.