Trovati all’interno di un’autovettura appena rubata

Dopo essere stati identificati per C.C. 27enne e K.V. 29enne, in Italia senza fissa dimora, sono stati accompagnati negli uffici del commissariato. In particolare da ulteriori accertamenti è emerso che il 29enne era destinatario di un Ordine di Espulsione emesso dal Questore  di Roma poi notificato allo stesso

Furto aggravato: questo il reato contestato a  due cittadini extracomunitari “pizzicati” all’interno di un’autovettura che avevano appena rubato in via  Poggio Moiano – rintracciata poi in via delle Rupicole a Torre Maura. Allertata la sala operativa della Questura di Roma dalla centrale di teleallarme satellitare, per un’autovettura appena rubata, gli operatori hanno inviato immediatamente gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Tuscolano che giunti in via di delle Rupicole, individuata subito la macchina, hanno notato due persone intente ad armeggiare all’interno del veicolo: erano già intenti a disattivare il sistema di teleallarme. Alla vista dei poliziotti i due hanno tentato di darsela a gambe ma raggiunti, sono stati bloccati e trovati in possesso di una forbice, di una chiave modificata per autovettura e di un cacciavite – materiale sequestrato dai poliziotti. Dopo essere stati identificati per C.C. 27enne e K.V. 29enne, in Italia senza fissa dimora, sono stati accompagnati negli uffici del commissariato. In particolare da ulteriori accertamenti è emerso che il 29enne era destinatario di un Ordine di Espulsione emesso dal Questore  di Roma poi notificato allo stesso. Dopo il rito direttissimo, i due sono stati condannati a 6 mesi di reclusione e a 400 euro di multa.