Torna il rischio alga tossica al Pirgo, scatta il divieto di balneazione

L’esito di prelievi effettuati da ARPA Lazio ha evidenziato concentrazioni di Ostreopsis Ovata

A seguito di prelievo delle acque marine effettuate da ARPA LAZIO è stato riscontrato che, nel tratto di mare compreso fra l’anfiteatro della marina e la Lega Navale, la concentrazione di alga Ostreopsis Ovata risulta in fase di “emergenza”. In questa situazione è istituito Il divieto temporaneo di frequentazione dell’arenile e di balneazione, in particolare in caso di venti forti provenienti dal mare che possono favorire la formazione e il trasporto di aerosol marino, nel tratto di arenile anzidetto, e di non raccogliere e consumare molluschi se prelevati in corrispondenza dell’area oggetto della fioritura delle alghe Ostreopsis cf. ovata e acquisire sempre molluschi di provenienza controllata; di allontanarsi immediatamente dalla spiaggia in presenza di sintomi ricollegabili all’alga tossica (eritemi, congiuntiviti, rinorrea, tosse, ecc…).