“Terminerà la riassegnazione di tutti i loculi ai legittimi proprietari”

"Firmato un addendum contrattuale tra Comune e impresa Concessionaria, che prevede la realizzazione di ulteriori 432 loculi nel vecchio cimitero, ponendo fine all’incresciosa pagina di mala gestione di un servizio così sentito dagli utenti e dalla comunità”, afferma il sindaco Pietro Tidei

“Finalmente terminerà la riassegnazione di tutti i loculi ai legittimi proprietari. Nei giorni scorsi, infatti, abbiamo firmato un addendum contrattuale tra Comune e impresa Concessionaria, che prevede la fase finale della traslazione da provvisori a definitivi delle sepolture e la realizzazione di ulteriori 432 loculi nel vecchio cimitero, ponendo fine all’incresciosa pagina di mala gestione di un servizio così sentito dagli utenti e dalla comunità”, afferma il sindaco Pietro Tidei.

L’emergenza sepolture al Cimitero di Santa Marinella ha origini lontane e già tra il 2019 e il 2023 l’Amministrazione Comunale dovette intervenire e attendere che fossero costruiti 120 nuovi loculi per rispondere alle esigenze urgenti di molti cittadini che avevano visto occupare da altre salme i loculi di proprietà. “A molti defunti tra il 2015 e il 2017 era stata data degna sepoltura attraverso la requisizione di alcuni loculi. Procedura alla quale non vogliamo mai più ricorrere, ma che abbiamo dovuto attuare a causa del disagio ereditato dalla vecchia amministrazione che non si era mai preoccupata del Cimitero.

Inoltre con questo nuovo accordo siamo riusciti a far mantenere le tariffe già deliberate nel 2019, che vedranno gli utenti garantite nelle somme versate”, spiega il sindaco Tidei. “E’ impegno dell’Amministrazione Comunale continuare a monitorare e vigilare affinché si proceda nei tempi e nei modi stabiliti dal contratto con la ditta Concessionaria, che deve continuare a garantire efficienza nei servizi nel rispetto dell’interesse della Comunità, come la pulizia e il decoro degli spazi interni al Cimitero”, dichiara il consigliere con delega al Cimitero Alessio Rosa.