Tedesco sul forzista D’Ottavio che appoggia Poletti: “Fuga in avanti che desta perplessità”

"La candidatura di Poletti è assolutamente legittima, anche se noto che qualcuno strizza l'occhio a questa amministrazione, quando poche settimane fa affermava di non voler avere nulla a che fare con la maggioranza. Eppure sono partiti degli inviti...Ma l'adesione a quel progetto da parte di D'Ottavio, a cui tra l'altro ha preso parte anche un sindaco del Pd, è molto curiosa"

“La candidatura di Poletti? Legittima. A destare perplessità semmai sono alcune presenze alla presentazione dell’altro giorno”. Il sindaco Ernesto Tedesco interviene sul grande movimento politico in corso in vista delle prossime elezioni comunali. Riflettori puntati sul generale Paolo Poletti, che due giorni fa a Villa Rosy ha tenuto un meeting per presentare la sua candidatura. A destare scalpore alcune partecipazioni, in primis quella di Roberto D’Ottavio, coordinatore locale di Forza Italia che ha deciso di sostenere il generale, di fatto insieme al sindaco di Santa Marinella, in quota Pd, Pietro Tidei: “La sua è una fuga in avanti che lascia perplessi – ha detto il primo cittadino in riferimento allo stesso D’Ottavio – anche perché io non sono stato avvertito. Intendiamoci, la candidatura di Poletti è assolutamente legittima, anche se noto che qualcuno strizza l’occhio a questa amministrazione, quando poche settimane fa affermava di non voler avere nulla a che fare con la maggioranza. Eppure sono partiti degli inviti…Ma l’adesione a quel progetto da parte di D’Ottavio, a cui tra l’altro ha preso parte anche un sindaco del Pd, è molto curiosa”.