Tasse, il Pincio verso la definizione delle tariffe: Irpef invariata, Tari con piccola riduzione

I proventi derivanti dallo svolgimento dell’attività di accertamento e di recupero del coattivo invece sono stimati in € 3.450.000,00.

Manca solo l’ok dei revisori dei conti per un bilancio molto complesso, quello del Comune di Civitavecchia. Riflettori puntati sulle tasse, che nonostante la congiuntura economica dovrebbero restare invariate rispetto all’ultimo esercizio finanziario. A partire dall’Irpef. Per i redditi fino a 15 mila euro non cambia nulla, l’aliquota è confermata al 23%. Da 15 mila a 28 invece passa dal 27% al 25%, mentre fino a 58 mila cambia ancora, da 38% a 35%. Per coloro i quali hanno un reddito oltre i 50 mila euro la percentuale di trattenuta si ferma al 43%. In totale il Pincio per l’Irpef incasserà € 4.222.001,69. L’entrata che si prevede di introitare sulla Tari, è di € 14.333.174,09. Sulla tassa dei rifiuti si pianifica di concedere delle piccole riduzione, sia per le utenze domestiche che per le non domestiche. I proventi derivanti dallo svolgimento dell’attività di accertamento e di recupero del coattivo invece sono stimati in € 3.450.000,00.