Esplorazione e fotografia per scoprire e conoscere la natura. È questo l’obiettivo dell’escursione con biologi e fotonaturalisti per la ricerca e il riconoscimento delle tracce dei mammiferi alla Roccaccia organizzato dal Gruppo naturalistico della Maremma laziale e Centro studi naturalisti Arcadia. L’iniziativa è in programma domenica 3 novembre, dalle 9,30, con ritrovo alla barriera San Giusto di Tarquinia. “Quando passeggiamo lungo un sentiero o ci inoltriamo in un bosco, spesso non ci rendiamo conto che un intero mondo nascosto ruota intorno a noi. – spiegano gli organizzatori – Basta fare caso al ciuffo d’erba calpestato, alla corteccia segnata, alla nocciola con un piccolo foro per capire che lì, in quel bosco, in quella macchia, non siamo soli. E da quel piccolo segno, da quella traccia, nasce la nostra curiosità di sapere chi davvero popola quei luoghi”. Il percorso non presenta particolari difficoltà ed è accessibile anche ai bambini dai sei anni in su che siano abituati a fare escursioni. L’abbigliamento richiesto prevede scarponi da escursionismo o stivali di gomma e indumenti adeguati alle meteo. “Soprattutto occorre portare binocolo e macchina fotografica, per avvistare o fotografare gli animali che vivono nel nostro territorio – concludono gli organizzatori -. La Roccaccia è un luogo fantastico, nel cuore della Maremma laziale”. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione. Il gruppo sarà composto al massimo di 25 persone. È prevista una quota di partecipazione, ridotta per i ragazzi tra i 10 e i 16 anni e per le famiglie. L’iscrizione per i bambini che hanno meno di 10 anni è gratuita. Per i minori è obbligatorio l’accompagnamento da parte dei genitori o di loro delegati ufficiali. Per informazioni è possibile chiamare al 3518089881 o scrivere alle email paolocresciawilnatura@gmail.com e csnarcadia@gmail.com.