Stop alle strisce blu, appello di Confcommercio al Comune

"La proposta depositata il 2 dicembre sul tavolo del Sindaco, l’Avv. Ernesto Tedesco e degli Assessori di riferimento, mira ad una sensibilizzazione e coinvolgimento del Pincio in questo difficile momento per le attività locali"

Il direttivo di Confcommercio chiede al Comune di Civitavecchia un contributo concreto alla categoria dei commercianti. Tra le richieste, oltre alla sospensione del pagamento di TARI, TARSU e TOSAP, c’è lo stop al pagamento della sosta sulle strisce blu. “La proposta depositata il 2 dicembre sul tavolo del Sindaco, l’Avv. Ernesto Tedesco e degli Assessori di riferimento, mira ad una sensibilizzazione e coinvolgimento del Pincio in questo difficile momento per le attività locali. Continua così la campagna promozionale di Confcommercio per gli acquisti “Compro sotto casa perché mi sento a Casa”,  tra sponsorizzazioni di aziende locali e richieste mirate a preservare i piccoli negozianti, già provati da crisi economica e dalla pandemia, da un ulteriore aggravio della situazione. L’iniziativa di Confcommercio prevede un’esenzione del pagamento del ticket per il pagamento delle strisce blu dalle ore 16 alle ore 20.00, dal 3 dicembre fino al 6 gennaio 2021, per le aree ricadenti all’interno del perimetro del Centro Storico e nello specifico nelle seguenti vie: Via S. Fermina,Corso Marconi, Via Roma, Via San Gallo, Trincea Ferroviaria. Un’agevolazione fortemente voluta dal Direttivo di Confcommercio che mira sempre di più alla creazione di un tavolo d’emergenza con il Comune al fine di progettare, insieme alle altre associazioni di categoria, un programma per il Commercio per il 2021. Alla luce dell’ultimo DPCM e delle imminenti feste natalizie, si spera nell’accoglimento immediato della proposta come segnale di vicinanza alla categoria maggiormente colpita”, si legge nel comunicato dell’associazione.