Stadio del Nuoto, proroga triennale in extremis: la scadenza della convenzione slitta al 2028

Nella delibera si legge che la società che gestisce l'impianto nel marzo del 2020 "aveva richiesto la rinegoziazione della convenzione per la sopravvenuta onerosità della prestazione, scaturita dagli effetti del Covid-19", e che "tutte le citate richieste sono rimaste immotivatamente inevase". Fatto alquanto curioso, quello in cui la Giunta Tedesco corregge se stessa rispetto ad una mancanza reiterata riferita al passato

A tre settimane dal voto comunale la Giunta ha deliberato per la proroga triennale della gestione alla Nc dello Stadio del Nuoto. La nuova scadenza dunque è fissata al 2028, grazie all’atto vidimato lo scorso 16 maggio. Nella delibera si legge che la società che gestisce l’impianto nel marzo del 2020 “aveva richiesto la rinegoziazione della convenzione per la sopravvenuta onerosità della prestazione, scaturita dagli effetti del Covid-19”, e che “tutte le citate richieste sono rimaste immotivatamente inevase”.

Fatto alquanto curioso, quello in cui la Giunta Tedesco corregge se stessa rispetto ad una mancanza reiterata riferita al passato. L’amministrazione infatti aveva già provveduto a prorogare diverse convenzioni legate a gestioni di strutture sportive comunali. “Le finalità che l’ente deve perseguire in tema di utilizzo dei propri impianti sportivi consistono nella promozione e potenziamento della pratica delle attività sportive, sociali e aggregative dei cittadini, nonché una conduzione economica degli impianti senza oneri per il Comune”, si legge nell’atto.