Sorpreso con 5 kg di hashish, in manette 22enne di Civitavecchia

L’indagato è stato sorpreso, nel tardo pomeriggio di lunedì, su un terrazzo condominiale mentre prelevava dei panetti di hashish da un paio di borsoni per poi riporli in una borsa più piccola

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un ragazzo 22enne, originario di Civitavecchia, già noto alle Forze dell’Ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagato è stato sorpreso, nel tardo pomeriggio di lunedì, su un terrazzo condominiale mentre prelevava dei panetti di hashish da un paio di borsoni per poi riporli in una borsa più piccola. Bloccato dopo pochi istanti, ha cercato di disfarsi dell’involucro gettandolo nel giardino condominiale; i Carabinieri lo hanno immediatamente recuperato ed all’interno hanno rinvenuto 3 panetti, un bilancino elettronico di precisione, un coltello a serramanico e materiale vario per il confezionamento delle dosi. I Carabinieri hanno poi recuperato anche i due borsoni, rinvenendovi all’interno ulteriore stupefacente della medesima tipologia, per oltre 4,7 chilogrammi. Nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione, i Carabinieri hanno rinvenuto 50 g di stupefacente tipo marijuana ed ulteriore materiale per il confezionamento delle dosi. L’attività ha avuto luogo nel quartiere San Liborio, dove già da qualche giorno, avendo notato un forte via vai di soggetti, noti assuntori di stupefacenti, i Carabinieri avevano svolto una serie di servizi di osservazione. L’arresto è stato convalidato dal Tribunale di Civitavecchia e nei suoi confronti è stata irrogata la misura cautelare della custodia in carcere.

Presunzione di innocenza. Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino alla sentenza definitiva. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.