Sgr e Forno crematorio nel consiglio comunale alla “Pucci”

Polemiche fra maggioranza e opposizione sull'impianto al Cimitero Nuovo. Menditto, 5 stelle, da ragione alla leghista Riccetti

Si è svolto oggi la seduta del consiglio comunale di Civitavecchia. All’ordine del giorno una serie importante di proposte e deliberazioni. Ma la giornata in aula Pucci si è accesa soprattutto sul Forno crematorio, dopo la richiesta di istituire una commissione di indagine da parte del consigliere della Lega Alessandra Riccetti. Fuori tempo massimo però, visto che la consigliatura volge al termine del suo mandato. “Eravate gli ambientalisti che dovevano cambiare tutto e invece avete portato avanti un progetto che acuisce l’impatto inquinante. Senza dimenticare l’abuso edilizio che si è palesato nella realizzazione della struttura”, ha tuonato la salviniana ai suoi ex compagni di “partito”. Il sindaco Antonio Cozzolino non non si è fatto pregare per la replica: “Parlare di abuso edilizio per un cimitero non ha senso. E’ solo un modo di fare campagna elettorale e guadagnare un titolo sul giornale”. Ma il “suo” presidente del consiglio comunale Dario Menditto ha dato ragione alla Riccetti: “E’ giusto parlarne, la ringrazio per aver riportato in aula questo tema”. E’ passato poi lo schema di convenzione urbanistica per ciò che riguarda la Sgr, l’ultimo atto amministrativo per ciò che riguarda l’iter per la valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune. Tredici voti favorevoli, quelli della maggioranza. L’opposizione ha votato contro.