Scuole sporche dopo le elezioni, Montino: “Inaccettabile”

"Alcune ditte continuano a vincere queste gare al ribasso e pensano che in questo modo possano gestire gli appalti come meglio credono", afferma il sindaco

“Quello che è accaduto nelle scuole di Fiumicino dopo le votazioni di domenica scorsa è inaccettabile”. Lo dichiara il sindaco Esterino Montino. “Ho ricevuto segnalazioni di aule chiuse a chiave per le quali, dopo un sollecito, è stato risposto che sarebbero state aperte alle 13 – continua il sindaco -. Mi giungono denunce di locali occupati con le brandine utilizzate dalle forze dell’ordine che hanno presidiato i seggi. Ancora, scuole sporche, spazzatura accumulata davanti al portone che impediva l’ingresso di ragazzi e insegnanti. Una vergogna”. “Alcune ditte continuano a vincere queste gare al ribasso e pensano che in questo modo possano gestire gli appalti come meglio credono – prosegue il sindaco -. Ma non è così. Apprendo solo ora, per altro, che la ditta in questione è riconducibile al consigliere dell’opposizione”. “Mi rifiuto di pensare – conclude Montino – che questo sia un modo per mettere in cattiva luce un’amministrazione che non è del colore che il consigliere gradisce”.