Santa Marinella, venerdì il congresso fondativo della sede locale dell’Anpi

"L’istituzione di una sezione ANPI a S. Marinella rappresenta un’importante traguardo culturale e politico, nel senso più alto del termine"

113

Riceviamo e pubblichiamo.

“Il 2 marzo scorso la commissione provinciale ha accolto la richiesta avanzata da un folto gruppo di cittadini, mirata all’apertura di una sezione locale dell”ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia” anche a Santa Marinella.
La volontà di procedere in questa direzione, nasce dalla necessità di dare risposta alla preoccupante deriva democratica alla quale stiamo assistendo, sgomenti, negli ultimi tempi.
L’ANPI, da sempre, ha fatto della difesa dei valori costituzionali e dell’antifascismo la propria missione. opporsi a ogni forma di discriminazione, sia essa di razza, di sesso, religione o pensiero, costituisce un principio fondante della nostra società. rivendicare il diritto alla partecipazione, al pluralismo, all’informazione e chiedere il rispetto della giustizia sociale, rimane un dovere al quale non possiamo sottrarci. La negazione di questi diritti, invece, troppo spesso viene vissuta come un destino ineluttabile.
L’inclusione nel diritto di tutti è l’unica garanzia al diritto stesso e la lotta degli “esclusi” garantisce soprattutto che gli “inclusi” di oggi rimangano tali anche domani. I diritti non sono mai una conquista storica definitiva ed in Italia, questo, lo abbiamo imparato a nostre spese.
Tornare a lottare per un futuro migliore è l’unica via.
L’istituzione di una sezione ANPI a S. Marinella rappresenta quindi un’importante traguardo culturale e politico, nel senso più alto del termine.
Il prossimo 5 aprile, alla presenza di rappresentanti provinciali e delle istituzioni locali, nella biblioteca A. Capotosti via Aurelia 310 ore 16,30 si terrà il congresso fondativo. Tutti i cittadini interessati o simpatizzanti dell’associazione, sono invitati a partecipare”.