Riunione di maggioranza, Tedesco: decido io su Csp e rimpasto

Comunque si resta sul chi va là, perchè le richieste dei partiti, Lega e Fratelli d'Italia sono molto chiare, mentre Forza Italia appare stizzita dalla situazione e la Lista Tedesco non ha partecipato alla riunione

336

“Rivendico le scelte fatte per ciò che riguarda Csp, sono state fatte in autonomia. La faccia ce la mette il sottoscritto, ecco perché decido io”, è quanto avrebbe detto il sindaco Ernesto Tedesco in apertura della riunione di maggioranza che si è tenuta ieri sera in Comune. Un confronto carico di tensioni e attese, viste le bagarre degli ultimi giorni a Palazzo del Pincio. Dunque il primo cittadino rivendica il ruolo di “capo della coalizione” e tira dritto, allontanando le voci di dimissioni che circolavano nelle ultime ore. Si resta però sul chi va là, perchè le richieste dei partiti, Lega e Fratelli d’Italia sono molto chiare, mentre Forza Italia appare stizzita dalla situazione e la Lista Tedesco non ha partecipato alla riunione. Il vice sindaco Massimiliano Grasso invece ha dato disponibilità di rimettere le deleghe dopo che il Carroccio lo aveva chiamato in causa nella discussione legata alla presidenza di Csp e comunque resta un caso: è in quota civica (La Svolta) o Fratelli d’Italia? Inoltre saltano fuori ancora una volta i tavoli romani come viatico per sbrogliare le matasse politiche. Infine occhio sempre a via Terme di Traiano: l’uscita di scena di Michele Scognamiglio che ha rinunciato all’incarico, riapre una partita che sembrava chiusa.