Rincaro delle tariffe dei parcheggi e nuovi stalli blu, M5Stelle: “Ma assessori e consiglieri non pagano”

Ma dal Pincio parlano di fake news. "Nessun Assessore o Consigliere comunale ha mai fatto richiesta di parcheggiare a titolo gratuito sulle strisce blu"

“Torna alta l’attenzione per quanto riguarda i nuovi stalli a pagamento. Come gruppo consiliare ci ritroviamo a puntare il focus sull’inerzia dell’Amministrazione Comunale nei confronti della nostra diffida ad adempiere a quanto disposto con l’ordinanza n. 441 del 29 ottobre 2020. Con la suddetta ordinanza, infatti, si permetteva ai consiglieri ed agli assessori di parcheggiare a titolo gratuito e senza limiti nelle aree limitrofi la sede comunale durante lo svolgimento delle attività istituzionali, cosa che abbiamo aspramente contestato. Risale infatti a novembre 2020 la diffida, da parte del consigliere D’Anto’, a perseguire tale scelta, senza aver mai ricevuto risposta al riguardo. Oggi torniamo a ribadire la cosa, rimarcando la nostra contrarietà e presentando formalmente la nostra rinuncia a tale possibilità in quanto ritenuto privilegio inopportuno, a maggior ragione dopo l’aumento dei parcheggi da poco approvati nei confronti dei cittadini. Auspichiamo in un risveglio delle coscienze nel perseguire il bene collettivo, ritornando sulle scelte non a tutela della cittadinanza e del periodo difficile che stiamo vivendo”. Il Gruppo consiliare M5Stelle.

Ma dal Pincio chiariscono. “È in corso di installazione la segnaletica nelle vie, in zona Mercato, nelle quali sarà stato introdotto il parcheggio a pagamento. Si avvisano gli utenti della strada che il pagamento nelle zone nuove non è ancora attivo. Nelle aree nuove (Via Mazzini e Piazza XXIV Maggio) la segnaletica verticale sarà coperta fino all’installazione dei parcometri. Gli Ausiliari assicureranno adeguata prevenzione ed informazione all’utenza. Si approfitta inoltre per chiarire che nessun Assessore o Consigliere comunale ha mai fatto richiesta di parcheggiare a titolo gratuito sulle strisce blu e ciò non è certo avvenuto per estemporanee “diffide”. Il riferimento è al Movimento 5 stelle, che oggi in un comunicato “esprime la sua contrarietà”, ma si è ben guardato, durante la conferenza dei capigruppo che ha stabilito tale possibilità, dal votare contro. Si ribadisce tuttavia che, da quando fu introdotta dal novembre scorso, la richiesta di parcheggiare gratis (possibile solo per servizio, cioè durante commissioni o consigli comunali) non è mai stata attivata da nessuno, né Assessore né consigliere di maggioranza o di opposizione”.