Riglietti (Fdi): No al Termovalorizzatore

Gli emendamenti presentati in Consiglio Regionale dagli esponenti della Lega non tengono certo conto della voce dei territori. Tarquinia è un territorio già pesantemente vessato

196
Il consigliere comunale Riglietti

No al Termovalorizzatore della A2A: la posizione di Fratelli d’Italia è chiara.

Le vicende che in queste ore riempiono nuovamente le pagine dei giornali sulla questione rifiuti e la realizzazione di un termovalorizzatore sul nostro territorio ci impongono di intervenire in maniera ancora più netta e decisa per ribadire la nostra totale contrarietà.

Tarquinia è un territorio già pesantemente vessato di servitù energetiche e la scelta scellerata di questo nuovo impianto deve assolutamente trovare la massima condivisione delle forze politiche presenti sul territorio e non solo.

Ieri in Consiglio Comunale ho voluto esprimere nuovamente la linea politica di Fratelli d’Italia e la vicinanza del nostro partito alle azioni messe in campo dall’amministrazione per contrastare la realizzazione del termovalorizzatore.

È una battaglia per i cittadini e per questo va affrontata con la massima compattezza istituzionale.

Gli emendamenti presentati in Consiglio Regionale dagli esponenti della Lega, che anch’essi circolano e rimbalzano alle cronache in queste ore, non tengono certo conto della voce dei territori; ci dissociamo completamente e plaudiamo gli interventi dei nostri consiglieri regionali come quello della Colosimo e della nostra leader Giorgia Meloni che hanno esposto senza mezzi termini l’assoluta contrarietà di Fratelli d’Italia. A dichiararlo é Alberto Riglietti Consigliere Comunale FDI Tarquinia