Rifiuti, per il Pd parla il solito Leopardo: “Civitavecchia non può diventare discarica di Roma”

“La soluzione c'è: vanno attivati i termovalorizzatori presenti a Roma, che per motivi ideologici non sono utilizzati"

“Nessun rifiuto di Roma deve venire a Civitavecchia”. Ad affermarlo è il membro della segreteria della provincia di Roma del Partito Democratico, Enrico Leopardo. “Civitavecchia non può e non deve diventare la discarica dell’incapacità manageriale di chi in questi anni nella Capitale non ha saputo trovare alternative alla chiusura di Malagrotta”. Leopardo sottolinea anche un’altro punto: “E’ chiaro anche che la centrale Enel non deve bruciare nessun genere di rifiuti. Non si deve ricreare la situazione di quando ci fu la trasformazione a carbone di TVN cioè il giusto diritto di preservare il lavoro contro la difesa dell’ambiente che nella nostra città deve essere importante. Tutte le parti si impegnino per trovare soluzioni vere e concrete e non tamponare emergenze frutto di scarsa lungimiranza”. Conclude Leopardo: “La soluzione c’è: vanno attivati i termovalorizzatori presenti a Roma, che per motivi ideologici non sono utilizzati, che sono una soluzione già utilizzata in altre grandi città europee e non solo, ed una raccolta differenziata ottimizzata affinchè a bruciare siano solo quelli giusti”.