Rendiconto sul filo di lana per il Pincio. Ecco tutti i “cartellini gialli” dei revisori

Anche quest'anno, a maggior ragione dopo un anno di pandemia, il rendiconto del Comune di Civitavecchia fa acqua in molti punti. Lo si evince anche dalle "raccomandazioni" dei revisori dei conti

Un bilancio consuntivo sempre sul filo di lana. Non si scappa, anche quest’anno, a maggior ragione dopo un anno di pandemia, il rendiconto del Comune di Civitavecchia fa acqua in molti punti. Lo si evince anche dalle “raccomandazioni” dei revisori dei conti che ammoniscono la Giunta Tedesco anche su Csp e sulla riscossione dei tributi. Ecco le indicazioni e verifiche.

Avviso ai naviganti. L’organo di revisione formula le seguenti considerazioni e proposte:

rileva un continuo ricorso all’anticipazione di tesoreria, con conseguente crisi di liquidità;

-segnala il peso degli oneri finanziari derivanti dalla gestione degli strumenti derivati che
continuano, nonostante l’accordo transattivo, ad essere ancora rilevanti;

-raccomanda di attivarsi in maniera più efficace per la riscossione dei residui attivi, in particolare quelli relativi alle entrate per il recupero dell’evasione, alla TARI e al recupero dei proventi dei beni dell’Ente, al fine di migliorare la situazione finanziaria riducendo notevolmente, di conseguenza, il ricorso all’anticipazione di tesoreria;

-di continuare, migliorandola e rendendola più efficace, l’attività di riscossione di tributi importanti e l’attività di recupero dell’evasione, sempre al fine di migliorare la situazione finanziaria riducendo notevolmente, di conseguenza, il ricorso all’anticipazione di tesoreria;

-di monitorare costantemente la congruità del fondo crediti di dubbia esigibilità con la verifica delle entrate sia in conto residui che in conto competenza;

-di effettuare periodicamente una ricognizione del contenzioso informando il servizio finanziario al fine di adeguare il relativo fondo rischi;

-continua ad essere presente un notevole numero di procedure di riconoscimento dei debiti fuori bilancio, alcuni dei quali presentano importi elevati. Si raccomanda all’ente di attuare ogni azione utile ad evitare che se ne formino di nuovi;

-in riferimento alla partecipata Civitavecchia Servizi Pubblici S.r.l., affidataria di numerosi servizi pubblici locali, l’organo di revisione rileva anche per l’inizio dell’anno 2021, sulla base sia del report della CSP S.r.l. sul primo trimestre 2021 che della relazione dell’Ufficio Controllo Analogo dell’ente sul report stesso, il perdurare di una situazione di particolare criticità economica, patrimoniale e finanziaria. Il collegio raccomanda nuovamente all’Ente di monitorare costantemente la partecipata stessa al fine migliorare la redditività aziendale e le performances economiche dei singoli servizi, e ciò al fine di evitare il peggioramento degli squilibri derivanti dalla gestione dei servizi in perdita attuando, a tal fine, un costante controllo dell’evoluzione della spesa per forniture di beni e servizi, oltre che della spesa per il personale anche strutturale;

-di attuare le disposizioni previste dall’art. 188 del TUEL in relazione al piano di rientro del
disavanzo di amministrazione.