Rebus impianti sportivi, Miranda in pole per la delega allo sport: “Sono pronto”

Il nome in pole position è quello di Pierluigi Miranda, profilo in quota Lega. Presidente di una delle associazioni sportive più apprezzate e vincenti in città, l’As Gin: "“La mia disponibilità l’ho data – conferma – vedremo quello che succederà nelle prossime settimane. Bisogna tenere in considerazione anche gli equilibri politici"

414

In questi giorni si è tornati a discutere degli impianti sportivi presenti in città. Soprattutto dopo che il sindaco Ernesto Tedesco e la sua Giunta hanno definitivamente cancellato il progetto dello skate park a Campo dell’Oro. Serve una guida che si occupa di questo settore. Il nome in pole position è quello di Pierluigi Miranda, profilo in quota Lega. Presidente di una delle associazioni sportive più apprezzate e vincenti in città, l’As Gin (club di ginnastica artistica), Miranda vanta un’esperienza nello sport e nella gestione imprenditoriale di impianti importante: “La mia disponibilità l’ho data – conferma – vedremo quello che succederà nelle prossime settimane. Bisogna tenere in considerazione anche gli equilibri politici. Fare uno skate park in un territorio dove non c’è neanche un’associazione e spendere più di tre milioni di euro era una follia. Ok la riqualificazione dell’area ma da questo punto di vista ci sono altre priorità, altre strutture da sistemare. Mi riferisco in primis allo stadio Fattori e all’impianto di pallamano. Occorre cambiare mentalità, i project financing sono una strada percorribile, ma ci deve credere innanzitutto il gestore. Credo che il Comune abbia assoluto bisogno di un riferimento, se sarò io va bene. Aspettiamo l’ufficialità”.