Questo sabato “Arturo racconta Brachetti” al Castello di Santa Severa

Un’intervista frizzante tra vita e palcoscenico. L’uomo dai mille volti, che in un battito di ciglia è capace di trasformarsi in mille personaggi, si racconta in una serata speciale fatta di confidenze, ricordi e viaggi fantastici.

117

In programma per “Sere d’Estate” sabato 31 agosto alle ore 21.30 lo spettacolo di Arturo Brachetti “Arturo racconta Brachetti“ al Castello di Santa Severa. Un’intervista frizzante tra vita e palcoscenico. L’uomo dai mille volti, che in un battito di ciglia è capace di trasformarsi in mille personaggi, si racconta in una serata speciale fatta di confidenze, ricordi e viaggi fantastici. Fregoli, Parigi e le luci della Tour Eiffel, Ugo Tognazzi, le ombre cinesi, la macchina da cucire della mamma, il Paradis Latin, e le mille fantasie di un ragazzo che voleva diventare regista o papa, prendono vita in un’intervista frizzante al confine tra vita privata e palcoscenico.

Brachetti. è un attore, trasformista e regista teatrale italiano. Con lui, alla fine degli anni 70, sia in Italia che in parte di Europa, si ritorna a parlare dell’arte teatrale del trasformismo. Con il tempo perfeziona ed affina sempre di più le tecniche di tale pratica, arrivando ad avere un magazzino di oltre duecento costumi. Nella sua commedia “I Massibili”, interpreta ben 33 ruoli diversi, in “Brachetti in Technicolor” arriva a 40 ruoli e nel suo “L’uomo dai 1000 volti” interpreta 80 personaggi con 100 cambi d’abito. In alcuni dei suoi pezzi più brevi, tra cui “Aida”, “Carmen”, “Madama Butterfly”, “Il Saloon del West”, canta e recita tutti i ruoli, anche con scene di interazione e di dialogo tra i vari personaggi. Dal 2002 entra nel Guinness dei primati come il trasformista più veloce del mondo e come unico attore trasformista a rappresentare 80 trasformazioni in uno spettacolo di due ore. Successivamente nel 2010 riceve la laurea honoris causa in scenografia all’Accademia Albertina di Torino. A dicembre 2011 è poi nominato Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura francese Frédéric Mitterrand. Nel 2014 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo nomina Commendatore con un decreto motu proprio.

Info biglietti.
Platea: 15 € + 2 € d.p.
Ridotto Under 12 Platea: 7,50 € + 1 € d.p.
Tribuna Centrali E Laterali: 10 €+ 1 € d.p.
Ridotto Under 12 Tribune Cent. Lat.: 7,50 €+ 1 € d.p