La cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma è stata vinta dal pugile italiano Michael “Lone Wolf” Magnesi, che conferma la propria imbattibilità. Ventisei anni compiuti nei giorni scorsi, nella serata di ieri ha sconfitto il 37enne boxeur svizzero-ruandese Patrick Kinigamazi, che non perdeva un match dal 2013. Match che non ha avuto storia con Magnesi sempre in controllo e che ha steso l’avversario due volte, alla terza e alla quinta ripresa. Proprio in quest’ultima occasione è arrivato il ko per Kinigamazi che non ha potuto continuare l’incontro.
Ecco le prime parole a caldo del neo-campione, fighter sostenuto dalla catena Le Cinéma Café e nella scuderia della BBT Boxing Team di Davide Buccioni: «Come avevo promesso, dedico il titolo a tutti gli italiani che si trovano in difficoltà per l’emergenza sanitaria. Anche se mi dispiace per l’assenza del pubblico sugli spalti, questo titolo è un sogno diventato realtà. Un sogno che però già sentivo mio.
Ad ogni modo, onore a Patrick. È stato un degno avversario».
A fare da cornice al trionfo di Magnesi, il Palasport di Fondi (LT), a cui per via delle misure di contenimento anti-coronavirus hanno avuto accesso i soli addetti ai lavori. Grazie alla grande copertura in diretta televisiva e streaming, non sono comunque mancati i tifosi che hanno potuto abbracciare virtualmente il nuovo campione mondiale.