Pugilato, Branco diventa “brasiliano” e sogna di tornare sul ring

Il sogno di "Silver Horse": "A 50 anni voglio fare la storia della boxe. La Federazione Italiana non mi permette di farlo e mi sono tesserato con quella brasiliana"

Un possibile ritorno sul ring a 50 anni ma non con la bandiera italiana. Gianluca Branco spera di tornare a combattere a 6 anni dall’ultimo incontro disputato, il 22 novembre 2014, quando vinse per Ko alla sesta ripresa sul polacco Rafal Jackiewicz, nell’incontro a Terracina in cui era in palio il titolo europeo. Per farlo ha deciso di tesserarsi per il Brasile visto che le regole italiane sugli over 40 non glielo consentono. Branco si è concesso ai microfoni di Rai1 per parlare del suo sogno.

“A 50 anni voglio fare la storia della boxe – ha detto “Silver Horse” nel corso della trasmissione “Italia Si” – e coronare il mio sogno. Però la federazione Italiana non mi permette di farlo. Non potrò più salire sul ring con la bandiera azzurra, lo farò con quella brasiliana. Non ho bisogno di soldi, voglio semplicemente far vedere che anche nello sport gli over 40 possono ottenere grandi successi. Non sono un folle e nemmeno uno sprovveduto. Posso dare ancora tanto, e nessuno può decidere per me”.