Porto e Recovery, Astorre: “Avanti con progetto Darsena Grandi Masse per Civitavecchia”

"Con un finanziamento per la realizzazione della Darsena Energetica Grandi Masse, opera che ha avuto una favorevole valutazione per l’impatto ambientale, per un valore di circa 500 milioni di euro, questo sarebbe possibile”, sottolinea il senatore Pd

“Nel Pnrr serve inserire un piano serio per i porti del Lazio. Nell’ottica dello sviluppo del sistema portuale nazionale, oltre ai necessari investimenti per i porti di Genova, Trieste e Livorno, è essenziale che si pensi anche allo sviluppo dei porti della nostra regione come ad esempio quello di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta”. Lo dichiara il segretario Pd Lazio, senatore Bruno Astorre, membro della commissione Lavori pubblici del Senato, in merito al piano di sostegno e sviluppo per le aree portuali da inserire nel Pnrr. “Il porto di Civitavecchia, è stato colpito particolarmente dalla pandemia, vista la sua funzione di ‘snodo’ turistico, per questo, nel piano di sviluppo, serve pensare ad un progetto che gli dia una struttura per poter diventare un porto commerciale. Con un finanziamento per la realizzazione della Darsena Energetica Grandi Masse, opera che ha avuto una favorevole valutazione per l’impatto ambientale, per un valore di circa 500 milioni di euro, questo sarebbe possibile”, sottolinea Astorre. “Per questo l’opera è stata inserita nelle richieste della Regione per il Pnrr – conclude il senatore – , perché siamo convinti che sia fondamentale per la crescita non solo del Lazio ma dell’intero sistema produttivo nazionale”.

Condivisione dal consigliere regionale dem Michela Califano. “Non posso che essere pienamente d’accordo e fare mia la proposta del Senatore Bruno Astorre per inserire nell’agenda del Governo un serio piano di rilancio dei porti del Lazio, Civitavecchia in primis, che rappresenta per l’economia della nostra Regione e del Paese un punto di riferimento centrale per quanto riguarda il comparto logistico e crocieristico oltre ad essere un polo occupazionale di enorme importanza. Vista la crisi del settore turistico credo sia assolutamente prioritario dare al molo di Civitavecchia una prevalenza commerciale. E la Darsene Energetica Grandi Masse, come ha giustamente sottolineato Astorre, sarebbe la giusta opportunità. Tutto questo senza dimenticare il progetto su Fiumicino e il porto di Gaeta che rappresenterebbero il giusto connubio per creare nel Lazio un sistema portuale di primissimo piano non sono in Italia ma in Europa”.