“Porta d’Italia è un progetto folle, tanti comuni hanno deciso di sfilarsi”

Il vice sindaco della Città metropolitana Pierluigi Sanna non usa giri di parole per parlare della "Superprovincia" e dello stato delle cose. Per ora hanno aderito solo in quattro, i promotori Fiumicino e Santa Marinella, ma anche Civitavecchia e Ladispoli

“Sono solo in quattro, a questo punto non hanno i requisiti per uscire, il progetto è una follia”. Il vice sindaco della Città metropolitana Pierluigi Sanna non usa giri di parole per parlare della “Superprovincia” e dello stato delle cose. Per ora hanno aderito solo in quattro, i promotori Fiumicino e Santa Marinella, ma anche Civitavecchia e Ladispoli. Il progetto prevedeva inizialmente il coinvolgimento di 12 Comuni.

“Anguillara, Bracciano, Trevignano, Canale Monterano, Manziana, Tolfa ed Allumiere non aderiranno al progetto mentre Cerveteri ha sempre detto di no. Uscire dall’Area Metropolitana è assurdo. Non ci sono i requisiti e gli enti locali perderebbero un sacco di finanziamenti”.