Piendibene-Movimento 5 stelle, accordo fatto per l’apparentamento: “Patto di fiducia per la città”

La decisione dei pentastellati è arrivata al termine di una riunione dove si è votato a maggioranza

E’ arrivata questa mattina la firma dell’accordo fra Marco Piendibene ed Enzo D’Antò (c’è tempo fino alle 14). Il Movimento 5 stelle ha deciso di accettare la proposta di Pd e Avs Demos, di mettersi insieme in vista del ballottaggio del 23 e 24 giugno. La decisione dei pentastellati è arrivata al termine di una riunione dove si è votato a maggioranza.

Una scelta che è stata finalizzata non senza qualche mugugno e perplessità, soprattutto per il fatto che dall’accordo la sinistra avrebbe preteso di tenere fuori la lista Civitavecchia Popolare. Che però non avrebbe affatto rotto con i pentastellati. Così saranno quattro i consiglieri comunale che nell’eventuale maggioranza spetteranno al Movimento 5 stelle: oltre a D’Antò, Lucia Aprea, Alessandra Lecis e Dario Menditto.

Ecco la nota congiunta. “Stamattina le forze del centrosinistra ed il Movimento 5 Stelle hanno siglato un accorto politico elettorale di apparentamento.

È una scelta importante, che sancisce un patto che permetterà a due culture politiche che ad ogni livello rappresentano l’alternativa alle destre di proporre a Civitavecchia una piattaforma per il superamento di una stagione tristissima che ha visto palazzo del Pincio umiliato da una gestione pasticciata e impalpabile, fatta di rimpasti e poco altro.
Oggi proponiamo a Civitavecchia un patto di fiducia: costruiremo una città inclusiva, trasparente, una città di opportunità.

Il nostro è un patto con i civitavecchiesi per un cambio di paradigma storico: uniamo le forze migliori con spirito di servizio per amore di Civitavecchia, questa è la nostra sfida e la vinceremo.”