Pescicoltura, Commissione ambiente: verso il ricorso al Presidente della Repubblica

Tra i numerosi elementi emersi, il fatto che il progetto per l’impianto di itticoltura in località La Frasca ha chiesto il 15 gennaio scorso l’autorizzazione all’esercizio alla Capitaneria e che l’istruttoria si chiuderà entro 90 giorni

353

È tornata a riunirsi oggi la Commissione Ambiente. Durante la seduta, presieduta da Barbara La Rosa, sono stati ascoltati il comandante della Capitaneria di Porto Vincenzo Leone, il dirigente dell’Adsp Calogero Burgio e la rappresentante del “Comitato per il no” Ivana Puleo. Tra i numerosi elementi emersi, il fatto che il progetto per l’impianto di itticoltura in località La Frasca ha chiesto il 15 gennaio scorso l’autorizzazione all’esercizio alla Capitaneria e che l’istruttoria si chiuderà entro 90 giorni. È emersa la mancata partecipazione di alcuni soggetti coinvolti alla conferenza dei servizi conclusasi lo scorso luglio e che l’Adsp non avrebbe avuto richieste di nuove concessioni demaniali,  se non quella di alcuni anni fa da Enel. I verbali della seduta saranno trasferiti all’ufficio Avvocatura del Comune, che sarà audito dalla Commissione, che si è aggiornata alla prossima settimana, unitamente ad Enel. È emersa infatti la possibilità di un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.