Pd: “Dopo l’Imu Tedesco vuole alzare l’Irpef”

"L'aliquota sarà innalzata infatti dallo 0,6% allo 0,8%, prevedendo un introito nelle casse comunali di più di mezzo milione di euro"

“Dopo l’aumento dell’Imu sui canoni concordati di locazione la Giunta Tedesco si prepara a bussare nuovamente alle tasche dei civitavecchiesi, nel momento meno adatto della storia della Repubblica.
Stavolta è l’addizionale IRPEF ad essere nel mirino dell’assessore al Bilancio, l’aliquota sarà innalzata infatti dallo 0,6% allo 0,8%, prevedendo un introito nelle casse comunali di più di mezzo milione di euro.
Mentre tutte le istituzioni fanno i salti mortali per reperire soldi da destinare alle famiglie, mentre il mondo del volontariato si sta mobilitando per dare una mano a chi non ce la fa, dimostrando una straordinaria solidarietà, la maggioranza pensa di fare cassa proprio adesso sulle spalle dei cittadini. Ancora una volta il Partito Democratico chiede al Sindaco di fermarsi e di ragionare. Civitavecchia non può sostenere l’aumento delle imposte, questa Comunità adesso deve essere aiutata e non vessata. Ci è stato chiesto uno spirito collaborativo per superare tutti insieme questo momento difficile ed in tal senso ci siamo comportati, mettendoci a disposizione della Città e dell’Amministrazione. Il nostro senso di responsabilità però non potrà mai diventare silenzio di fronte a decisioni ingiuste ai danni della nostra città e dei nostri concittadini. Adesso siamo noi a domandare responsabilità all’amministrazione, affinché torni immediatamente sui suoi passi e smetta di essere la Giunta delle Tasse”, lo dichiarano il Partito democratico di Civitavecchia e il suo Gruppo consiliare.