Passa la deroga per i dehors, polemiche roventi in aula Pucci

"Siamo vicini ai commercianti, ma con questo atto si favorisce chi è in regola, non il contrario, a patto che si possa certificare il pagamento della Tosap e l’ok di un tecnico per ciò che riguarda la struttura esterna”, dichiara l'assessore De Paolis

Nel consiglio comunale di ieri è stato votato anche il documento legato ai dehors e alle istallazioni esterne degli esercizi commerciali. Una modifica che permetterà a chi è in regola di aspettare senza affanni il regolamento definitivo, da redigere in collaborazione con la Sovraintendenza. “Con questo atto permettiamo a chi ha ottenuto le autorizzazioni nel 2019 di avere un anno in più di tempo per mettersi in regola – ha spiegato l’assessore all’urbanistica Sandro De Paolis – senza questo provvedimento alcuni locali avrebbero dovuto smontare le strutture esterne. Abbiamo avuto diversi incontri con la Sovraintendenza, c’è una concertazione in corso, perché questo è un percorso che ci porterà alla stesura del regolamento definitivo. Siamo vicini ai commercianti, ma con questo atto si favorisce chi è in regola, non il contrario, a patto che si possa certificare il pagamento della Tosap e l’ok di un tecnico per ciò che riguarda la struttura esterna”. Replica dell’ex assessore al commercio, oggi consigliere comunale del M5stelle Enzo D’Antò: “L’amministrazione Tedesco ha disatteso il programma elettorale perché qualcuno prometteva strutture già studiate e funzionali, oltre a regolamenti pronti e invece la situazione è più precaria che mai”. Polemiche accese fra De Paolis e alcuni commercianti, come l’ex delegato del Comune, all’epoca dell’amministrazione 5 stelle, Andrea Palmieri e Roberto Melchiorri dell’associazione Civitavecchia c’è. Il documento è passato con i soli voti della maggioranza.