Parcheggi blu, Gruppo M5Stelle: “L’amministrazione Tedesco mette le mani nelle tasche dei cittadini”

"L'intervento della consigliera Morbidelli rappresenta una di quelle occasioni in cui tacere avrebbe reso la situazione meno imbarazzante"

“Per l’ennesima volta questa maggioranza mette le mani nelle tasche dei cittadini e dopo due anni, ancora prova a scaricare la responsabilità su “chi c’era prima”. Questa volta è toccato alle tariffe della sosta, il cui costo è aumentato in maniera indiscriminata e generalizzata. L’intervento della consigliera Morbidelli rappresenta una di quelle occasioni in cui tacere avrebbe reso la situazione meno imbarazzante. Il suo maldestro tentativo di giustificare la scelta di questa maggioranza evidenzia tutta l’incompetenza e la pavidità che ormai caratterizzano questa amministrazione. La delibera n. 76 del 27 maggio 2021, approvata da questa giunta non fa altro che eliminare la sosta  pomeridiana gratuita sulla trincea ed in più porta tutte le tariffe che prima erano 0,50 centesimi ad un euro. Il tentativo di aiutare il mercato ed i suoi clienti si è tradotto in un’inutile tariffa progressiva che non risolverà nulla per il semplice motivo che non rappresenta un disincentivo alla lunga sosta perché la tariffa giornaliera è uguale alle altre zone del centro. La delibera che noi approvammo nel 2019 rappresentava un intervento chirurgico che aveva un impatto esclusivamente nelle ore di apertura del mercato e che lasciava gratuito il parcheggio pomeridiano e invariate le tariffe di strade come ad esempio via Unione, via Leonardo e piazza del Conservatorio, che invece questa amministrazione ha pensato bene di raddoppiare, aggiungendo peraltro 80 nuovi parcheggi blu. Inoltre il funzionamento e la procedura necessaria per apportare modifiche alla sosta a pagamento rappresenta uno di quei concetti che questa amministrazione dopo due anni ancora non è stata in grado di capire ed assimilare. Continuano a modificare un regolamento approvato in consiglio comunale con atti approvati da organi di governo o amministrativi incompetenti. Ricordiamo la famosa ordinanza che introduceva l’esenzione del pagamento della sosta per gli assessori e i consiglieri e per la quale noi abbiamo presentato una diffida tutt’ora inascoltata. Forse sarebbe meglio che le donne e gli uomini “del fare”, prima di cimentarsi nella stesura di provvedimenti improbabili, dessero un po’ più di spazio al confronto ed all’approfondimento delle problematiche, evitando di vessare i cittadini senza risolvere alcun problema”. Il Gruppo consiliare M5Stelle.