Pallanuoto, la Fin posticipa la partenza di A2. Pipponzi torna ad allenarsi con la Coser

Rinviato a febbraio l'inizio del nuovo campionato. Tortora e Pipponzi fanno il punto sulla situazione attuale della Coser, tra i problemi del PalaGalli e la paura per il covid ma con la voglia di tornare a giocare

L’inizio del campionato di serie A2 femminile, in programma originariamente per questa domenica, è stato rinviato ma in casa Coser non ci si abbatte. A fare il punto della situazione sono Venere Tortora e Valeria Pipponzi.

“Condivido la scelta della Federnuoto – spiega il capitano gialloblù – di posticipare l’inizio della stagione. La situazione la conosciamo tutti ed è giusto aspettare che i contagi comincino a scendere. Daniele Lisi e chi ha costruito la squadra insieme a lui lo ha fatto in maniera ottima, ci siamo rinforzate, siamo davvero un bel gruppo e sono contentissima per il ritorno di Valeria”. E proprio Valeria Pipponzi che lo scorso anno aveva accettato il ruolo di dirigente della Coser, visto che era incinta, da circa un mese è tornata ad allenarsi con il gruppo gialloblù.

“Devo ringraziare Daniele (Lisi ndr) – afferma Pipponzi – che lo scorso anno mi ha offerto il ruolo di dirigente, cosa che mi ha permesso di rimanere in contatto con il gruppo, quindi per me non è stato un vero e proprio distacco. Sono contenta”.

Il periodo è difficile sotto tanti aspetti, in primis per la situazione relativa al PalaGalli, così come nelle altre piscine cittadine e quindi anche il gruppo della Coser non può al momento allenarsi in acqua.

“Abbiamo problemi nell’allenarci – continua Tortora – purtroppo il momento per quanto riguarda l’impiantistica non è dei migliori. Per ora possiamo allenarci solo in palestra, siamo in attesa che ci diano lo spazio acqua, dovrebbero volerci una decina di giorni. L’allaccio della luce c’è stato e a giorni dovrebbe essere fatto anche quello del gas. Speriamo si risolva tutto a breve”.

“Lo Stadio del Nuoto – commenta Pipponzi – è la piscina principale di Civitavecchia. Spero che proprio per la città risolvano presto i problemi ma anche ovviamente per noi, per la Nc e per tutti coloro che nuotano e giocano lì”.

I contagi da covid-19 aumentano sempre di più anche a Civitavecchia e viene spontaneo chiedersi come stanno vivendo questa situazione due ragazze che fanno sport ma anche due mamme come loro.

“Devo ammettere – conclude Tortora – che adesso sto vivendo la situazione di questa pandemia in maniera più tranquilla rispetto a qualche tempo fa. Nonostante i contagi siano tanti ho meno paura per me e mio figlio che continua a fare sport ed andare ovviamente a scuola”.

“La paura c’è – chiude invece Valeria Pipponzi – perché il nostro è uno sport di squadra e siamo in contatto con tante persone. Ma la nostra passione è più grande di tutto. Stiamo ovviamente attenti ma la passione vince e anche per questo sono felice di essere tornata”.