Orte-Civitavecchia, Sant’Agostino e rifiuti. Tedesco&Giulivi: due sindaci contro

Non corre buon sangue fra le Giunte di Civitavecchia e Tarquinia che, a parte la condivisione, per ora, nel dire no alla centrale a gas a Tvn, si sono spesso e volentieri "scornate" o nella migliore delle ipotesi ignorate

Tre temi caldi, che hanno messo sull’attenti due territori e le rispettive amministrazioni comunali. Non corre buon sangue fra le Giunte di Civitavecchia e Tarquinia che, a parte la condivisione, per ora, nel dire no alla centrale a gas a Tvn, si sono spesso e volentieri “scornate” o nella migliore delle ipotesi ignorate. Logistica strategica differente, è uno dei principali motivi per cui le due realtà sono distanti anni luce sulla questione della Civitavecchia-Orte. Favorevole in massa il Pincio, anche le opposizioni, di vedute completamente diverse la Tuscia, che lo ha ribadito anche nei giorni scorsi. Qui il dualismo è anche interno ai 5 stelle, fra chi dice si, il civitavecchiese Devid Porrello, consigliere regionale (e vice presidente del consiglio della Pisana) e la collega Silvia Blasi, che si porta dietro il resto del gruppo pentastellato alla Regione. Ma il dualismo più forte è tutto interno alla Lega, fra i due sindaci Ernesto Tedesco e Alessandro Giulivi. Detto delle posizioni contrapposte sulla superstrada, i due si sono schierati contro anche su altri temi. Il parcheggio di Sant’Agostino per esempio, piazzato in area tarquiniese ma frequentato per la quasi totalità da bagnanti civitavecchiesi. Colpiti di recente da una raffica di multe, dopo l’istallazione dei parchimetri (ma senza lavori adeguati a sistemare l’area). E infine la questione rifiuti. Se Tedesco e l’amministrazione del Pincio erano favorevoli a creare un consorzio di Comuni della zona per realizzare e gestire un impianto di rifiuti “in-house”, funzionale a difendersi dagli “assalti” della sindaca di Roma Virginia Raggi, Giulivi ha nettamente preso le distanze, disertando diverse riunioni e auspicando in un potenziamento della raccolta differenziata invece che realizzare un sito di smaltimento.