Operazione antidegrado dei Carabinieri, un arrestato e nove denunciati

In manette è finito un 36enne del Perù, senza fissa dimora e con precedenti, sottoposto a fermo indiziato di delitto con l’accusa di ricettazione

66

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, unitamente al personale dell’8° Reggimento “Lazio”, sono stati impegnati in un’attività finalizzata al contrasto di ogni forma di illegalità e degrado nel rione Monti. Il bilancio dell’operazione è di una persona arrestata e 9 denunciate a piede libero. In manette è finito un 36enne del Perù, senza fissa dimora e con precedenti, sottoposto a fermo indiziato di delitto con l’accusa di ricettazione perché, a seguito di un controllo in via Nazionale, è stato trovato in possesso di 2 cellulari risultati rubati e di 615 euro. Immediate indagini hanno permesso di accertare la mano della fidanzata del fermato, nel furto degli smartphone, individuata mediante riconoscimento fotografico e riconosciuta dalle vittime. La donna è stata denunciata a piede libero per furto aggravato. Il 36enne è stato anche segnalato, all’Ufficio Territoriale del Governo, quale assuntore di sostanze stupefacenti, perché trovato in possesso di dosi di marijuana. Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno notato 5 persone che, con atteggiamento molesto ed eccessivamente insistente, chiedevano elemosina o cercavano di costringere i turisti e i passanti ad acquistare i loro prodotti, venduti abusivamente. Sono stati denunciati in stato di libertà. Denunciate anche altre 3 persone: una 14enne nomade, domiciliata presso l’insediamento di Castel Romano, perché sorpresa a derubare una turista cinese nei pressi della fontana di Trevi; una 38enne di Roma e un 20enne egiziano, controllati presso i giardini “Luigi Einaudi”, e trovati in possesso, rispettivamente, di alcune dosi di eroina e un flacone di metadone, e di 13 dosi di hashish. Durante l’intera attività, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno identificato 139 persone e controllato 78 veicoli.