Ok al bilancio consuntivo. Volano anticipazione di cassa e multe da photored

"L’indebitamento complessivo si attesta sui 54 milioni di euro. Un rosso figlio dei mutui con cassa depositi e prestiti, dei boc e dei derivati. Quest’ultimi però a partire dal 2023 arriveranno a compimento", ha dichiarato l'assessore al bilancio Di Paolo

Si è svolto ieri pomeriggio il consiglio comunale in aula Pucci di Civitavecchia. E’ stato approvato con i soli voti della maggioranza, 16, il bilancio consuntivo del 2019, figlio della gestione 5 stelle e centrodestra. “L’indebitamento complessivo si attesta sui 54 milioni di euro. Un rosso figlio dei mutui con cassa depositi e prestiti, dei boc e dei derivati. Quest’ultimi però a partire dal 2023 arriveranno a compimento”, ha dichiarato l’assessore al bilancio Di Paolo. “Scelte completamente sbagliate che furono prese dall’allora assessore Renda e anche da esponenti che rappresentano l’attuale giunta di centrodestra”, ha precisato il capogruppo del Pd Marco Piendibene. Numeri pesanti invece su anticipazione di cassa e multe. La prima di attesta sui 9 milioni di euro, per ciò che riguarda le contravvenzioni schizzano quelle targate photored: si registrano infatti accertamenti per 1,7 milioni di euro, per un incasso che per il momento ammonta a poco più di 800 mila euro. Dati in grande rialzo rispetto all’anno precedente, quando erano stati accertati 800 mila euro e introitati più o meno la metà dei soldi. A margine della seduta si è tenuta la protesta annunciata dei lavoratori Csp insieme alla sigla sindacale USB. Il sindaco Ernesto Tedesco ha ricevuto una delegazione che chiedeva il mantenimento della natura pubblica dell’azienda. All’inizio dell’assise invece si è parlato di sport con la premiazione di Damiano Lestingi che di recente ha deciso di ritirarsi. “Un esempio di talento e umiltà. Un modello per tutti i ragazzi”, ha affermato il delegato allo sport Matteo Iacomelli.