Nuovo PalaGrammatico, dalla Regione Lazio l’impegno per finanziare la copertura

La quantità del finanziamento, arrivato grazie alle consigliera regionale dem Michela Califano, sarà quantificato solamente quando il progetto sarà definitivo

La copertura del PalaGrammatico sarà finanziata dalla Regione Lazio. E’ questo quello che è stato annunciato durante la conferenza stampa del Partito Democratico dove erano presenti il segretario cittadino Stefano Giannini, il presidente Paola Rita Stella, il capogruppo in consiglio Marco Piendibene, il responsabile sport della segreteria e tecnico della Handball Flavioni Patrizio Pacifico ed il consigliere regionale dem Michela Califano. Proprio l’impegno della Califano, hanno sottolineato gli esponenti locali dem, ha permesso che dalla Pisana possa arrivare il finanziamento per la parte del progetto legato alla copertura dell’impianto che sorgerà in via Castelli. “Era una situazione che andava risolta per ridare una casa alla pallamano – ha spiegato la Califano .-. Grazie ad un mio ordine del giorno alla legge di bilancio regionale è stato possibile ottenere il finanziamento straordinario che si andranno ad aggiungere ai soldi già arrivati dalla assicurazione ed i fondi comunali”. Una cifra che sarà quantificata quando il progetto sarò definitivo e diventerà cantierabile. Soddisfatto Piendibene: “Credo sia la dimostrazione di quando si lavora tutti dalla stessa parte si possono raggiungere i risultati. Noi come Pd avevamo proposto una mozione urgente dove si impegnava il comune a chiedere un finanziamento urgente alla regione per il ripristino della struttura, di non ricostruirla in via Betti e di recuperare l’indennizzo dell’assicurazione ed era stata approvata all’unanimità e devo dire che tutti i punti sono stati portati a termine”. “Si tratta di un bel progetto – ha spiegato Pacifico -. Non si tratta di un campetto coperto come temevamo ma un impianto completo. Devo ringraziare il consigliere Iacomelli che si è empre adoperato per riuscire a trovare una soluzione definitiva. Con la pandemia abbiamo perso il 50% degli iscritti e spero che con la presenza a San Liborio possiamo diventare un punto di riferimento sociale, e non solo sportivo, e cercare di tornare al numero di tesserati di qualche anno fa”.

PalaGalli. Infine è stato fatto un passaggio sul PalaGalli e sulla riapertura arrivata dopo non poche difficoltà. “Deve migliorare sotto il profilo dell’efficenza energetica per abbattere i costi, magari con la costruzione di pannelli fotovoltaici sul tetto” ha proposto Piendibene mentre più netto è stato il commento di Giannini: “Il comune non deve fare favoritismi verso alcuna società”.