Nel dl Semplificazioni anche il collegamento Orte-Civitavecchia: “Passo in avanti necessario”

I commenti alla notizia da parte dei consiglieri regionali Michela Califano, Pd e Marietta Tidei, Italia Viva

265

“La decisione del Governo di inserire all’interno del decreto semplificazione il collegamento ‘porto di Civitavecchia-nodo intermodale di Orte’ è una notizia importantissima per tutto il comparto logistico del Lazio. Grazie a questo iter semplificato si potranno snellire le procedure, così come accaduto per il Ponte di Genova, per arrivare a realizzare una infrastruttura che non solo creerà centinaia di posti di lavoro ma darà un poderoso slancio al settore portuale di Civitavecchia colpito duramente dalla crisi legata al Covid. Un risultato importantissimo per la nostra Regione, auspicato e portato avanti con forza, che apre nuove prospettive per il post-Covid e dà nuove speranze di rilancio per uno dei nostri fiori all’occhiello”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Lazio, Michela Califano. Sul tema si registra anche l’intervento della collega di Italia Viva Marietta Tidei. “Con il decreto Semplificazioni arriva anche un importante piano per sbloccare e accelerare le opere pubbliche. Un passo in avanti fondamentale per la ripresa del Paese, sollecitato da tempo da Italia Viva con la proposta del Piano shock. Finalmente si concretizza il primo passo con l’individuazione di 130 opere prioritarie: molte di loro saranno commissariate e quindi potranno accelerare in modo ancora più consistente. Importante che nel Lazio figurino opere strategiche come la Orte-Civitavecchia, la Roma-Latina e il nodo ferroviario di Roma, che saranno commissariate”. Lo dichiara, in una nota, la presidente della commissione Attività produttive e Sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva). “Bene che si siano superate le resistenze di chi si opponeva ai commissariamenti sul modello Genova e Expo. Italia Viva dice da mesi che lo sblocco dei cantieri può essere un volano di sviluppo fortissimo. Bene che il Governo abbia compiuto questa scelta ambiziosa, concreta e imprescindibile”, prosegue Tidei. “Oltre alle opere citate – aggiunge – il Lazio potrà accelerare su altre, altrettanto importanti, come la A24-A25, la Salaria, la Tarquinia-San Pietro in Palazzi, l’Acquedotto del Peschiera e la linea ferroviaria Roma-Pescara. Anche queste saranno commissariate”, conclude Tidei.