Mtb, epica esperienza per Martinelli e Piermattei

I due portacolori della Mtb Santa Marinella sono stati impegnati per una giornata intera dal Duomo di Milano al Passo dello Stelvio

Dalla guglia della Madonnina del Duomo di Milano alla salita leggendaria del Passo dello Stelvio: per la Mtb Santa Marinella Stefano Martinelli e Gianluca Piermattei sono stati gli eroi di questa randonnèe che li ha visti impegnati per un’intera giornata in sella a una bici da strada dopo aver messo nelle gambe 230 chilometri e 3.200 metri di dislivello. Martinelli e Piermattei hanno lasciato la metropoli milanese all’alba per percorrere i saliscendi della Brianza fino a Lecco, costeggiando tutto il lago di Como fino a Colico, dove inizia il “sentiero Valtellina”: 100 chilometri di ciclabile fino alle porte di Bormio a 1250 metri di quota. L’ultimo onorevole sforzo sulla salita verso lo Stelvio, lunga 21,5 chilometri per un dislivello di 1500 metri, tagliando il traguardo insieme e nonostante qualche scroscio di pioggia che non ha dato assolutamente fastidio anche sopra quota 2.000 metri.

Stanchi e soddisfatti i due alfieri del team altolaziale dopo 11 ore di fatica nelle gambe, che si sono goduti la bellezza del paesaggio, la Ciclabile della Valtellina molto ben curata e i tanti ristori incontrati lungo il tragitto percorso poi a ritroso per fare ritorno a Milano ma senza l’assillo del tempo massimo.

Sul fronte puramente agonistico, in Veneto, la Mtb Santa Marinella è stata rappresentata da Gianfranco Mariuzzo e Michele Feltre alla Cross Country Basso Piave dove Mariuzzo si è aggiudicato il primato tra i master 6 e Feltre la terza posizione tra i master 7.