Mov. Civico: “Tosoni e Cardia Tecnopolitici, la nuova figura tarquiniese”

"Uscita non proprio felice dei due rappresentanti del neo-gruppo politico "Forza Civica"! Il vice presidente dell'Unversità Agraria Aberto Tosoni e il consigliere Geom. Bruno Cardia, quest'ultimo nella sua nuova veste di esperto urbanista... novelli tecnici/ politici"

240

Uscita non proprio felice di due rappresentanti del neo-gruppo politico di destra “Forza Civica”!
Il vice presidente dell’Unversità Agraria di Tarquinia Aberto Tosoni e il consigliere dello stesso ente Geom. Bruno Cardia, quest’ultimo nella sua nuova veste di esperto urbanista, hanno fatto circolare su alcuni giornali on-line la seguente notizia …“Con la riapertura delle scuole, l’attivazione annunciata del pedibus ed il nuovo drive-in per i tamponi all’Ospedale, il traffico sia automobilistico che pedonale nella zona attorno a Viale Igea non può più essere ignorato“…
Fin qui nulla di eclatante, considerato che tale zona da moltissimi anni vive nel pieno caos del traffico locale.
Proseguono… “Un tempo quell’area era pienamente vivibile, ma da troppi anni i giardinetti sono ridotti malissimo, il parcheggio è una chimera, in alcuni orari il traffico è forte….”
E fin qui ancora nulla di eclatante se non il fatto che, ad amministrare il comune di Tarquinia dal 2017 fino ad oggi sono sempre i loro compari di destra.
Incalzano… “Non vogliamo criticare nessuno, ma solo proporre, dopo troppi anni di “poco o niente”, di dare attenzione alla zona, facendola tornare ordinata, comoda per pedoni ed automobilisti, aumentando i parcheggi, ampliando alcuni passaggi veicolari, riqualificando gli spazi di socializzazione“.
A questo punto entra in scena l’esperto di urbanistica… “ci rendiamo conto di come le casse pubbliche non dispongano di grandi fondi, per questo, dopo uno studio accurato della zona, abbiamo pensato ad una proposta “soft”. Forse non si sono resi conto che i lavori di urbanistica di un comune riguarda l’assessorato hai lavori pubblici, fortunatamente il nostro comune è considerato un comune “virtuoso”, in alternativa per tali interventi prima si fanno dei progetti, che poi il comune presenta alla Regione per richiedere dei finanziamenti ad hoc, a meno che l’assessore Benedetti non abbia lui richiesto l’ausilio di esperti collaboratori in materia!
Concudono infine con una citazione di un professore universitario …”oggi la priorità, nel ripensare gli spazi urbani, dovrebbe essere quella di migliorare il verde e tornare alle origini, dunque a città che siano anche a misura di pedone, riqualificando le aree urbane rendendole spazi di socializzazione e ricreativi”.
Ora, invece di prendere come oro colato le parole del professore, la loro “proposta soft” sarebbe la seguente … “Stringere leggermente i marciapiedi nei tratti di Viale Igea in cui sono più larghi, per ricavarne parcheggi a spina di pesce, e stringere leggermente l’area verde attorno all’Ospedale, per rendere più comodo il transito delle automobili.”
A questo punto vogliamo suggerire ai due esperti politici nonché architetti/urbanisti la seguente soluzione!
Perchè non eliminiamo completamente i marciapiedi, togliamo le rampe per i disabili, togliamo le aiuole e gli alberi, rimuoviamo le panchine, asfaltiamo tutto e creiamo tutti parcheggi? Anzi, visto che ci siamo, perchè non li facciamo tutti “blu” (così come sta facendo il loro sindaco) così contribuiamo ad aiutare quei poverini della società di gestione dei parcheggi a pagamento?
Se ripensare alla riqualifica degli spazi urbani così come da Voi proposta cari novelli tecnici/ politici, alla fine forse è meglio che la situazione rimanga tal quale com’è adesso!
Comunque, una nuova figura politichese che a tutt’oggi mancava i tecnopolitici!
Il Movimento Civico per Tarquinia