Morto un sub civitavecchiese durante un’immersione nel Lago di Bracciano

Del caso si stanno occupando i militari della stazione Carabinieri di Trevignano, coordinati dalla Compagnia di Bracciano e dalla Procura di Civitavecchia che ha aperto un fascicolo.

Tragedia a Bracciano per la morte di un sub di 48 anni, Luca D’Avenia, durante un’immersione. Il compagno di immersione lo ha riportato a riva ed ha subito avvertito i soccorsi. Sono intervenute dapprima l’ambulanza e poi è arrivato anche l’elisoccorso ma invano. Del caso si stanno occupando i militari della stazione Carabinieri di Trevignano, coordinati dalla Compagnia di Bracciano e dalla Procura di Civitavecchia che ha aperto un fascicolo. Luca era un subacqueo ed un istruttore esperto, per questo l’attenzione degli inquirenti sarebbe virata sul funzionamento dell’attrezzatura che D’Avenia ha utilizzato. Luca era molto conosciuto in città, per la sua attività (aveva conseguito doversi brevetti per immergersi a grandi profondità) ma anche per la figura del papà, responsabile della struttura farmaceutica della Asl Roma4.